Vestire il neonato – i fondamentali


Quali sono i capi essenziali da compare per il neonato?

In che quantità bisogna comprare i vestiti per ogni taglia?

Quali materiali e marche sono cogligliate per il neonato?


Ecco alcuni suggerimenti per spendere meglio quando fate shopping per il neonato. Cominciamo dai capi di base: body e tutine. Provate a seguire queste regole:


NUMEROSI: Procuratevi tutti gli articoli essenziali in numero adeguato, così da assicurarvi che ogni giorno potrete fare almeno 2 cambi completi. Se puntate a fare una lavatrice ogni tre giorni, ho già fatto qualche conto per voi:



DELICATI: Nei primi 6 mesi di vita vi suggerisco tessuti di cotone puro, ancora meglio biologico. Se avete dubbi che il capo possa rilasciare colore, meglio evitarlo: ci facciamo mille domande per ogni piccolo brufoletto, semplifichiamo l’equazione e andiamo sul sicuro almeno per gli indumenti più utilizzati.



ECONOMICI: Puntate sui multi-pack. Quelli da 5 o 7 pezzi sono sufficienti. Se avete bisogno di più cambi, ci sono anche pack da 10. Scegliendo il bianco o il monocolore spenderete meno. Ecco la mia valutazione dei brand che ho selezionato:



SMART: Scegliete dei capi facili da mettere e togliere. La velocità è la vostra priorità! Per me i due capi essenziali sono:






-Body a kimono: non richiedono far passare la piccola e delicatissima testa del neonato da un collo di maglietta, e permetto di togliere il capo nei casi (molto frequenti) di body sporco senza sporcare ulteriormente il neonato. Link prodotti su Amazon



- Pigiamini/tutine

  • Con piedini, che eliminano la necessità di mettere le calze nei mesi invernali. Fino ai 12 mesi i calzini non sono indispensabili. Comunque, nei primi mesi si sfilano da soli dai piccoli piedini, dai 6 mesi in su sono i bimbi che li sfilano. Meglio quindi tutine o leggings con piedini

  • Con zip al posto dei mille bottoni tic tac. Mentre allinizio avevo qualche riserva perché trovavo l’utilizzo del zip pericoloso, dopo aver provato le tutine con zip, non sono più tornata indietro. Si trovano meno facilmente sul mercato italiano e quindi avrete scelta limitata.


Prova la tutina sviluppata da me per che offre tutto! è disponibile su Amazon con consegna rapida. ecco il link









BUDGET PRIMO ANNO DI VITA

Per coprire le esigenze di vestiti nel primo anno di vita si possono spendere dai €1000 ai €3500. Ecco i miei conti dettagliati nel post dedicato QUI. Come vedete, la forbice è ampia quindi, se state attente, potreste risparmiare molto! Lo so, è facile cadere nella tentazione di compare tante cose “instagrammabili”, ma se non avete intenzioni di condividere sui social ogni singolo giorno della vita del piccolo con il mondo intero, non vi serviranno tutte davvero.


ACCORGIMENTI EXTRA:


- La taglia giusta prima del momento giusto. Comprate sempre la taglia in più in anticipo di un mese, così ottimizzerete il tempo in cui riuscite ad indossarla. Mi sono trovata spesso a non avere la taglia giusta al momento giusto per alcune settimane, perché aspettavo che i vestiti cominciassero ad essere stretti prima di acquistare quelli nuovi. Questo va bene se dovete risparmiare spazio, ma se non avete questo problema, meglio giocare d’anticipo.


- Investire in qualità trovando il punto di equilibrio. Nel primo anno di vita le taglie cambiano ogni 3 mesi. Questo significa che se seguite le mie indicazioni e acquistate 7 body, il neonato indosserà ogni capo per circa 12 volte. Mi è capitato raramente che un capo si rovinasse del tutto: è bastato evitare alcuni marchi che erano i più economici, ma offrivano qualità troppo bassa. D’altro canto, non vi suggerisco di spendere 30€ per ogni capo, soprattutto per quelli di base. Riservatevi un po' di budget per le occasioni e per le foto.



  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram
Seguimi qui
  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram
Ciao!

Io sono Miryana

DSC_0406.JPG

Sono una mamma, manager e multitasker. vuoi conoscermi meglio, fai click!

Ciao!

INSTAGRAM

  • Instagram
  • Instagram
  • Instagram