Diario di un neonato - settimana 2

Questo è il Diario di un neonato. Racconto personale di una mamma di pensieri, emozioni, esperienze durante il primo anno di vita del bambino, settima per settimana. Orari del neonato, quanto mangia, come dorme, come gioca nella seconda settimana di vita. Elenco oggetti indispensabili per il neonato. Consigli per la gestione del neonato.


Siamo al traguardo delle due settimane.



Ecco come è andata:







Come si sente la mamma



Fisicamente:

Le ferite dal parto sembrano essere quasi del tutto guarite. Non sento più dolori o fastidi. Ho sofferto di mal di schiena, che credo sia dovuto della mia incapacità di allattare in una posizione comoda a me. Continuo ad essere molto concentrata su quanto e come mangia e faccio fatica a rilassarmi. Forse migliorerò un giorno? Forse certe cose non cambiano mai…

Il livello di stanchezza per ora è sopportabile. Con un bimbo angioletto, due nonni e marito in ferie, la maternità è una cosa gestibile.


Flashback: Dopo il primo parto a questo punto io e mio marito eravamo esausti. La nostra piccola piangeva tutta la notte e richiedeva un costante impegno. Avevamo pensato di affrontare la cosca da soli e stavamo crollando. Per


sonalmente suggerisco – abbandonate riserve e timidezze, se avete parenti che possono stare con voi nei primi mesi, chiamateli in aiuto. Non vi pentirete.


Emotivamente:

Sento ancora gli ormoni che ogni tanto prendono sopravvento, ma probabilmente essendo più riposata e attualmente sotto meno stress mi sento molto più serena dell’altra volta. Mi sento già molto più abituata alla situazione.




Come si comporta il piccolo


Orari del piccolo



Ciclo di 3 ore, più o meno.

Ho cominciato a fare più attenzione agli orari e già diversi giorni siamo riusciti a seguire la regola delle 3 ore: dare da mangiare esattamente tre ore dall'inizio dell’ultimo allattamento. Ogni tanto il bimbo dorme troppo profondamente e anche cercando attivamente a svegliarlo non mi è stato possibile dargli da mangiare nel momento indicato. Purtroppo, succede più spesso di giorno che dorme più a lungo e non di notte. Proverò ad insistere e spero che sarò questa volta in grado si seguire la tabella di marcia di Gina Ford, che mi farebbe molto comodo.



Se vi interessa, i libri di Gina Ford danno indicazioni precise per ogni fascia d’età con grandi dettagli su come comportarsi. A me hanno aiutato molto a trovare un senso nelle mie giornate con la mia prima figlia.

Ecco il link al libro e il link al MIO POST dedicato ai libri più utili per le neomamme.

Dormire

Sta andando ancora molto bene, si addormenta quasi sempre da solo, senza aiuti. Se non si addormenta, sembra essere collegato a un disturbo nella pancia – o perché non c’è stato il ruttino o perché sta per fare un pannolino sporco…

Per ora il nostro unico “problema” è che dorme beatamente dalle 18 in poi e circa fino alle 5, poi si sveglia per mangiare e non riesce più ad addormentarsi cosi profondamente, quindi si risveglia e fa rumorini, anche se non piange. Ovviamente paragonato con quello che potrebbe essere è una situazione idilliaca, ma comunque mi piacerebbe riuscire a spostare l’orario della sua nanna di 2 ore in avanti per fare in modo che rimane tranquillo a letto almeno fino alle 7.

Mangiare

Il bimbo sembra mangiare molto bene, è sicuramente molto veloce e non sta tanto tempo attaccato al seno forse 10 min alla volta. Poi lo faccio riposare, fare il ruttino, cambio pannolino e riprovo ad attaccarlo per assicurami che abbia mangiato in sufficienza (in questo modo tra la prima poppata e la seconda passa circa una mezzora e a lui tornano le forze per affrontare un altro po' di sforzo). Ho imparato questa tecnica dai libri e l’ho usata con successo con la mia prima figlia. Se non faccio così, capita spesso che dopo circa un’oretta dalla prima poppata il bambino comincia a dare segni che qualcosa non va e a me viene subito il dubbio che non aveva poi mangiato così tanto, e quindi lo riattacco al seno, che serve o non serve e scombino tutti orari. Se invece seguo l’iter descritto sopra, sono sicura che lui ha mangiato tutto il necessario e non gli do più da mangiare per almeno 2 ore, e cerco di arrivare alle 3 ore.

Giocare

I momenti di veglia sono sempre rari e brevi, ma comunque aumentano. Quando è sveglio lo tengo vicino a me, gli parlo e gli faccio faccine da vicino. Ho provato a passargli davanti oggetti colorati ed è già in grado di seguire con lo sguardo, muovendo la testa se l’oggetto si muove.

Tummy time. Ho cominciato a tenerlo qualche minuto a pancia in giù, sdraiato sul mio petto, per permettergli di allenare il collo. Riesce a stare forse 30 secondi alla volta, si riposa e poi ci si rimette in gioco. In totale non più di 5 minuti per ora.

Per prendere ispirazione su “giochi” da fare con i neonati e studiare cosa uno si possa aspettare in ogni fase di crescita c’è un app molto bella, unica pecca è che per ora è disponibile solo in Inglese: Babysparks

Altro

È caduto il moncone! Finalmente! L’ombelico sembra quasi perfettamente chiuso. Per ora andiamo avanti a mettere la garza con la retina per proteggerlo dalla sporcizia. E Facciamo bagnetto parziale con attenzione a non bagnarlo tutto. Per ora sembra prenderlo molto bene, si infastidisce solo quando esce dall'acqua e sente freddo. È pazzesco, ci sono 28 gradi in casa e lui comunque soffre il freddo non appena lo scopriamo o lo bagniamo. Questo mi fa pensare che le urla della mia prima figlia, nata a febbraio probabilmente erano dovute al freddo. Pur avendo in casa 22 gradi, dovevamo vestirla con il phon acceso e puntato verso di lei.



Oggetti della settimana:















Il tiralatte rimane per me un oggetto indispensabile. lo era la prima volta, e lo è anche ora. se avete intenzione di allattare, acquistatene uno buono, non vi pentirete. È una spesa importante, ma essenziale, specialmente se pensate di tornare presto al lavoro e continuare ad allattare.

Le mussole in cotone possono essere usate in tanti modi: come coperta leggera nelle giornate più calde, per coprirsi mentre si allatta, per asciugare dopo il bagno, per coprire il divano o letto prima di appoggiare il bambino. Considerate che avete bisogno almeno 3 da poter cambiare o lasciare in diversi punti della casa.


Kit ombelico: nelle prime due/tre settimane la cura dell’moncone e ombelico è molto importante. Vi serviranno tante garze sterili e le retine che tengono ferme le garze. Acquistate direttamente un kit grande, ve ne serviranno almeno una decina di garze e retine. Non sempre in farmacia sanno quale darti…siamo tornati più volte a casa con retine piccole…


Elenco completo oggetti indispensabili nella Settimana 2



- Vestiti COMODI per cambiare 10 volte al giorno il pannolino e controllare ogni vota che piange se ha il pannolino pieno. Ho sviluppato io questa tutina che potete trovare su AMAZON in misure standard. Usare una tutina con cerniera al posto della tutina con bottoni vi risparmierà tantissimo tempo e renderà il cambio pannolino molto più facile. Specialmente utile per la notte! Ho scelto di produrre una tutina in cotone biologico con colori neutri , che non irrita la delicata pelle dei piccoli. Se vi iscrivete al blog, potete accedere a 10% di sconto.

Pannolini misura 1

Faldine di cotone

Salviette umide

Garza sterile e retine

Coppette assorbilatte

Reggiseno allattamento comodo x

Pigiama e vestiti per allattamento

Tiralatte

Coppette raccolta latte

Ciucci

Body e pigiamini misura 1 mese (50-56 cm)

Passeggino con navicella con retina anti-zanzara


  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram
Seguimi qui
  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram
Ciao!

Io sono Miryana

DSC_0406.JPG

Sono una mamma, manager e multitasker. vuoi conoscermi meglio, fai click!

Ciao!

INSTAGRAM

  • Instagram
  • Instagram
  • Instagram